• info@soccorsoalpinotrentino.it

DIVENTARE SOCCORRITORI

DIVENTARE SOCCORRITORI

12087968_1189592464390333_8444598411029720489_oPer accedere nella nostra Organizzazione bisogna, innanzitutto, essere dei buoni alpinisti e conoscere il territorio provinciale. In questo senso per molti candidati entrare a fare parte del Soccorso Alpino significa avere anche l’opportunità di migliore le proprie competenze tecniche sui vari ambienti di montagna. Ogni anno nel mese di ottobre è organizzata una “selezione tecnica d’ingresso”, dove i candidati devono sostenere delle prove attitudinali di movimentazione su terreni di montagna, come roccia, ghiaccio e neve.

Le domande di ammissione alla selezione tecnica d’ingresso corredate di tutta la documentazione necessaria devono essere consegnate alla Sede Centrale, previa valutazione del Capostazione e del Consiglio di Zona, entro e non oltre il 31 agosto.

Superate positivamente tali prove, si diventata Aspiranti Soccorritori e si accede al percorso formativo che porta all’ottenimento della qualifica scelta. Con la recente riorganizzazione del sistema organizzativo e del Percorso Formativo per Operatori e Tecnici del CNSAS – Servizio Provinciale Trentino è stata introdotta una nuova qualifica, il Soccorritore Alpino (SA).

senza-titolo-1


Si può inoltrare domanda di ammissione alla “selezione tecnica d’ingresso” per la qualifica di Soccorritore Alpino (SA), Operatore Tecnico (OT)Operatore Tecnico Sanitario (OTS) o Conduttore di Unità Cinofila (UC).


Documentazione da presentare al Capostazione:

  • domanda di iscrizione alla selezione tecnica d’ingresso;
  • informativa per il trattamento dei dati personali;
  • attività alpinisti e sci alpinistica degli ultimi tre anni;
  • certificato medico comprovante l’idoneità a svolgere attività tecnico-alpinistica;
  • Tessera d’iscrizione al Club Alpino Italiano (CAI-SAT) in regola con il pagamento della quota associativa;
  • carta d’identità in corso di validità;
  • codice fiscale;
  • patente di guida;
  • fototessera in formato digitale.

SOCCORRITORE ALPINO (SA)

Requisiti richiesti per la partecipazione alla selezione tecnica d’ingresso per la qualifica di Soccorritore Alpino (SA):

  • età compresa tra 18 e 45 anni;
  • sufficiente capacità di movimentazione su roccia da secondo di coradata;
  • buona capacità di movimentazione con i ramponi su terreni classici invernali.

DSC04401

Nel corso della “selezione tecnica di ingresso” gli interessati dovranno sostenere delle prove attitudinali di movimentazione su terreni di montagna, come roccia, ghiaccio e neve, della durata di 1 giorno, per verificare le capacità di movimentazione su terreni impervi e sconnessi, vie di arrampicata da secondo di cordata, sentieri attrezzati e vie ferrate.

La selezione verterà anche sulla verifica delle conoscenze di base della topografia e orientamento.

Superate tali prove, si diventata Aspiranti soccorritori. Per concludere l’iter per la qualifica di SA, i candidati dovranno partecipare a un percorso formativo di 7 giorni con il vincolo necessario di superare la valutazione finale per l’ammissione che avrà una durata di 2 giorni (uno per il terreno impervio estivo e la parte sanitaria; uno per quello invernale).


OPERATORE TECNICO DI SOCCORSO ALPINO (OT)

Requisiti richiesti per la partecipazione alla selezione tecnica d’ingresso per la qualifica di Operatore Tecnico di Soccorso Alpino (OT):

  • età compresa tra 18 e 45 anni;
  • arrampicata su roccia da primo di cordata su difficoltà minima di 4° UIAA;
  • buona capacità di movimentazione con i ramponi su terreni classici invernali;
  • buona capacità di movimentazione su terreni innevati con gli sci d’alpinismo;
  • arrampicata su cascata di ghiaccio da primo di cordata difficoltà minima grado “3 (ice)” 75-80°.
  • conoscenza delle elementari manovre di corda e di autosoccorso su neve, ghiaccio e roccia.

Nel corso della “selezione tecnica d’ingresso” gli interessati dovranno sostenere delle prove attitudinali di movimentazione su terreni di montagna, come roccia, ghiaccio e neve. Nello specifico, l’OT, sarà sottoposto a una valutazione tecnico attitudinale della durata di 3 giorni così distribuiti:

  • roccia: la valutazione verterà sulle tecniche di ancoraggio, sulla progressione e legature, sull’arrampicata e sulla discesa in corda doppia;
  • ghiaccio: la valutazione verterà sulla movimentazione con ramponi su terreno ghiacciato, su ancoraggi e progressione su ghiaccio, sulle legature e l’arrampicata su cascate di ghiaccio;
  • neve: la valutazione verterà sulla movimentazione con sci d’alpinismo su terreno fuoripista (salita e discesa), sugli ancoraggi su neve e sull’autosoccorso in valanga.

Superate taDSC_6790li prove, si diventata Aspiranti Soccorritori. Per completare l’iter per la qualifica di OT, i candidati dovranno partecipare a un percorso formativo di 12 giornate con il vincolo necessario di superare la valutazione finale per l’ammissione che avrà una durata di 3 giorni (uno per la valutazione su roccia e ricerca dispersi, uno per la valutazione neve e uno per la valutazione ghiaccio).


Nel Soccorso Alpino – Servizio Provinciale Trentino operano diverse figure professionalizzate, le cui qualifiche, con le rispettive competenze, si acquisiscono dopo uno specifico Percorso Formativo. Oltre alle figure del Soccorritore Alpino (SA) e dell’Operatore Tecnico (OT) sopra descritte, operano, con un grado di specializzazione crescente le figure di: Tecnico di Soccorso Alpino (TeSA), Tecnico di Elisoccorso (TE) e Istruttore Regionale di Soccorso Alpino (IRTec).

Inoltre, sono presenti le qualifiche di Operatore Tecnico Sanitario (OTS) e di Conduttore Unità Cinofila (UC). Considerato il particolare terreno operativo, sono state istituite anche delle qualifiche specificatamente addestrate per le attività di soccorso in forra, rispettivamente: Operatore Soccorso Forre (OSF), Tecnico Soccorso Forre (TSF), Istruttore Regionale Soccorso Forre (IRFor); e per l’attività di soccorso in grotta: Operatore Soccorso Speleologico (OSS) Tecnico Soccorso Speleologico (TSS)

E’ stato anche introdotto un percorso di specializzazione nella ricerca persone con le qualifiche di: Tecnico di Ricerca (TeR) e Coordinatore delle Operazioni di Ricerca (COR) e uno specifico percorso formativo per la qualifica di Coordinatore delle Operazioni di Soccorso (COS).


IL PERCORSO FORMATIVO PER OPERATORI E TECNICI

DEL CNSAS – SERVIZIO PROVINCIALE TRENTINO

clicca sull’immagine per sfogliare il Percorso Formativo


Per avvicinarsi al Soccorso Alpino – Servizio Provinciale Trentino bisogna prendere contatto con i presidi presenti sul territorio della Provincia e dare la propria disponibilità ai responsabili degli stessi.

Per ulteriori informazioni sul “Percorso Formativo” scrivere a comunicazione@soccorsoalpinotrentino.it

istituzionale_web_970X90