• +112
  • info@soccorsoalpinotrentino.it

Secondo intervento in pochi giorni sul finale della ferrata Bolver Lugli (Cimon della Pala, gruppo delle Pale di San Martino)

Secondo intervento in pochi giorni sul finale della ferrata Bolver Lugli (Cimon della Pala, gruppo delle Pale di San Martino)

Venerdì 10 luglio 2020

Complesso e lungo intervento in soccorso di un escursionista infortunatosi all’uscita della ferrata Bolver Lugli (Cimon della Pala, gruppo Pale di San Martino) a una quota di circa 2.900 m.s.l.m., nella stessa zona dell’incidente avvenuto lo scorso 8 luglio. L’uomo, piemontese del 1963, aveva da poco finito di percorrere la ferrata quando è scivolato sulla neve per diversi metri lungo un canale, procurandosi una frattura all’arto inferiore. Insieme a lui c’erano altri due adulti e un minorenne che hanno chiamato il Numero Unico per le Emergenze 112 verso le 17.20.

Il coordinatore dell’Area operativa Trentino orientale del Soccorso Alpino e Speleologico ha chiesto l’intervento dell’elicottero ma a causa della nebbia non è stato possibile concludere il recupero. E’ stata quindi elitrasportata in quota, poco sopra il rifugio Rosetta, una squadra di tre operatori della Stazione San Martino di Castrozza. I tre operatori sono riusciti a raggiungere il luogo dell’incidente poco dopo le 19.30. Contestualmente, una finestra di bel tempo ha permesso all’elicottero di salire in quota e verricellare il tecnico di elisoccorso sull’infortunato. L’uomo è stato stabilizzato e recuperato a bordo dell’elicottero per il trasferimento all’ospedale Santa Chiara di Trento. I soccorritori hanno poi accompagnando a piedi i compagni di escursione del ferito fino al rifugio Rosetta. L’intervento si è concluso verso le 23.